Musei di Roma – Circo Massimo

Il Circo Massimo può essere considerato il più grande edificio per spettacoli di tutti i tempi. 2 min


Il Circo Massimo

VEDI TUTTI I MUSEI DI ROMA su roma4u.it

Fondato secondo la tradizione dal re Tarquinio Prisco, nel luogo dove sarebbe avvenuto il leggendario “ratto delle Sabine”, e destinato alle corse dei carri, il Circo Massimo può essere considerato il più grande edificio per spettacoli di tutti i tempi. Al massimo della sua estensione, nella piena età imperiale, esso misurava infatti circa 600 metri di lunghezza per 200 di larghezza e poteva ospitare fino a 300.000 spettatori.

L’ultima completa ricostruzione fu opera dell’ imperatore Traiano all’inizio del II sec. d.c.; poi fu ancora ampliato da Caracalla e restaurato da Costantino e infine Costanzo II, nel 357, lo fece ornare con un obelisco egizio (del faraone Thutmosis III) che s’aggiunse così all’altro (di Ramsete II) già fatto collocare da Augusto al centro della “spina”. Questa divideva I ‘arena in due pani ed attorno ad essa giravano i carri per compiere i sette giri normalmente previsti per le gare. 

Le gradinate erano divise in senso orizzontale in tre sezioni ed erano interrotte nel lato verso il Palatino dal grande “palco” imperiale, collegato ai palazzi che sorgevano sulle pendici del colle. Una parte dei posti, in alto, doveva essere però sostenuta da tribune di legno visto che frequenti crolli provocavano la morte di migliaia di spettatori (l. 112 al tempo di Antonino Pio e addirittura 13.000 sotto Diocleziano).

L’uso del Circo Massimo durò a lungo. Nonostante le proibizioni e gli ammonimenti della Chiesa (i fornici che sostenevano le gradinate erano consueto rifugio di gente di malaffare) furono organizzate competizioni ancora nel V sec.

d.c. e l’ultimo spettacolo fu quello voluto dal re dei Goti, Totila, nel 549. Poi fu l’abbandono, la sistematica spoliazione dei marmi e l’ interramento.

I due obelischi ritrovati a terra nel 1588 furono fatti rialzare da papa Sisto V rispettivamente nelle piazze del Popolo e di San Giovanni in Laterano dove tutt’ora si trovano.

Fonte: Roma come era e come è

Foto di: Gian Luigi Oddone

VEDI TUTTI I MUSEI DI ROMA su roma4u.it

Informazioni e prenotazioni:

Biglietto d’ingresso all’area archeologica (escluso Circo Maximo Experience)

Intero non residenti: € 5,00
Ridotto non residenti: € 4,00

Intero residenti: € 4,00
Ridotto residenti: € 3,00

Ingresso gratuito per i possessori MIC card

Informazioni e prenotazioni

Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 19.00)

l’area archeologica è aperta al pubblico:

dal martedì alla domenica
ore 9.30 – 19.00 ora legale
ore 9.30 – 16.30 ora solare
Ultimo ingresso fino a un’ora prima dell’orario di chiusura.
Chiuso il lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio

Leggi anche :

Se vuoi goderti Roma visita le sue strade e i suoi monumenti e vivi ogni angolo di questi luoghi. Informazioni utili per visitare la città

COSE PRINCIPALI DA VEDERE A ROMA


Like it? Share with your friends!

39
312 shares, 39 points

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
2
love
lol lol
4
lol
omg omg
4
omg
win win
6
win
Choose A Format
Image
Photo or GIF
Story
Formatted Text with Embeds and Visuals
List
The Classic Internet Listicles
Ranked List
Upvote or downvote to decide the best list item
Open List
Submit your own item and vote up for the best submission
Poll
Voting to make decisions or determine opinions
Video
Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Countdown
The Classic Internet Countdowns