sections

Fori di Traiano e Vittoriano.

Fori di Traiano è l'ultimo e più imponente dei Fori Imperiali di Roma, e rappresenta la maggiore realizzazione pubblica dell'imperatore Traiano e del suo architetto 1 min


Foto di: Pino Amici

l Foro di Traiano si estende a nord del Foro di Cesare di cui condivide l'orientamento, ed è perpendicolare al Foro di Augusto con cui confina ad ovest.

È l'ultimo e più imponente dei Fori Imperiali di Roma, e rappresenta la maggiore realizzazione pubblica dell'imperatore Traiano e del suo architetto Apollodoro di Damasco. Per la sua costruzione fu necessario tagliare la sella che si trovava tra il colle Capitolino e il Quirinale. Il complesso è di dimensioni grandiose (m. 300 di lunghezza e

m. 185 di larghezza) e fu realizzato tra il 106 e il 113 d.c., utlizzando i proventi della guerra dacica appena conclusa. Il lato d'ingresso curvilineo era situato in uno spazio aperto tra il Foro di Augusto e il Foro di Cesare. Al centro di esso si apriva un arco trionfale a un solo fornice, che conosciamo solo da rappresentazioni monetali, scandito sulla fronte da sei colonne che inquadravano nicchie con statue, sormontate da timpani e da imagines clipeatae (ritratti al centro di scudi); sopra un alto attico vi era Traiano sul cocchio trionfale a sei cavalli, tra trofei e altre statue. Attraverso l'arco si accedeva a una vasta piazza (m. 118x89), con portici colonnati sui due lati lunghi e chiusa in fondo dalla Basilica Ulpia posta ortogonalmente. Al centro della piazza vi era una grande statua a cavallo di Traiano. I portici presentavano un attico sul quale erano collocate statue di prigionieri daci, che inquadravano scudi con ritratti. Dietro il colonnato, al centro dei lati lunghi, si aprivano due imponenti esedre semicircolari, precedute da sei pilastri. Il ritrovamento qui di frammenti di ritratti di grandi dimensioni di Nerva e di Agrippina (madre di Nerone), ci fanno comprendere che era stata proseguita da Traiano la galleria di statue di predecessori illustri, già realizzata da Augusto nei portici e nelle esedre del suo Foro.

La quasi totalità dell 'impianto della piazza forense non è visibile poiché si trova sotto via dei Fori Imperiali: ci restano l'esedra orientale e il piano del portico dello stesso lato, con le basi delle colonne ancora sul posto. Solo parzialmente scavata è anche la Basilica Ulpia, che concludeva il lato di fondo della piazza. 

Fonte: Tutta Roma antica - Bonechi

Ti potrebbe interessare anche:

I Mercati Traianei, un capolavoro urbanistico.

Se vuoi goderti Roma visita le sue strade e i suoi monumenti e vivi ogni angolo di questi luoghi.Informazioni utili per visitare la città

Informazioni utili per visitare la città



Like it? Share with your friends!

37
366 shares, 37 points

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win

Console

Comments

comments

Choose A Format
Image
Photo or GIF
Story
Formatted Text with Embeds and Visuals
List
The Classic Internet Listicles
Ranked List
Upvote or downvote to decide the best list item
Open List
Submit your own item and vote up for the best submission
Poll
Voting to make decisions or determine opinions
Video
Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Countdown
The Classic Internet Countdowns